peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Forgot login details?

For free!
Get started!

Text page


londonpoison.peperonity.net

Track 02

Esterno. Notte. Una villa in stile ottocentesco. Il temporale divampa.
Interno abitazione. Una stanza fiocamente illuminata, Una figura è seduta di fronte a un pianoforte. Da fondo stanza avanza la figura di Amos. Il volto chino in avanti gli occhi non visibili, oscurati dai capelli. Un largo sorriso sul suo viso. Il sangue sparso per i vestiti. Lentamente e gocciolando sangue, Amos, giunge alle spalle del pianista. Si blocca un attimo a guardare il gemello con aria perplessa poi, prende posto su di una poltrona non troppo distante dal pianoforte. Gli artigli vengono ritirati facendo il massimo rumore.]
Karas(si blocca, ma il volto resta fisso sul pianoforte) Amos, quante volte ti ho detto di non sporcare per terra.
Amos: oh scusa fratellino(tono sarcastico), prometto che non lo farò più(risata sguaiata)
Karas (si alza con aria stizzita)
allora, dove sei stato?
Amos: Oh...Ho fatto un giro in città, ho conosciuto una ragazza e l'ho pregata di darmi il suo cuore, ma si è rifiutata(preso da un moto di rabbia, sbatte il pugno sul bracciolo di della poltrona.) così me lo sono preso...
[Karas s'avvicina al camino acceso e ne fissa le fiamme, inespressivo quasi con un velo di tristezza.
Karas: Dove l'hai incontrata?
Amos: Te l'ho detto(tono annoiato) c'è un locale dove dei ragazzini si divertono a fare le rockstar. Perché non ci fai un giro? Proprio non capisco come tu faccia a stare qui con le mani in mano...Dovresti divertirti ogni tanto.
[Karas rimane in silenzio qualche attimo, poi spolverandosi le maniche. Un sorriso malefico sulle labbra] Si perché no...È molto che lavoro e non mi diverto...
[Esterno strade di Londra. Un'insegna al neon "The cold Hell". Interno locale. Una folla esaltata con le mani sollevate, successivamente il palco dove la band si sta esibendo, il vocalist, la chitarrista, le sue mani, i suoi orecchini e infine il volto. Karas la guarda compiaciuto. Si sofferma su tutta la figura nel pieno interesse]
Inferno(avvicinandosi al microfono. Un bagno d'applausi): Salve gente...Grazie..Beh questa canzone si chiama "Extasi"
<Run! Cross a line. Time limit. Just break! Take a deep breath and come under see. Watch starz. Touch sky. Illusion!
And I fall---
Extasi in bloody mod....>
[Esterno retro locale. Il gruppo carica gli strumenti su un furgoncino, Inferno esce con la chitarra nella custodia.]
Inferno(il sopracaglio inarcato): Tu, vieni fuori
[sullo sfondo la porta del retro locale si chiude rivelandovi alle spalle Karas con la schiena poggiava al muro, sorride.]
Mike,alla guida del furgoncino si sporge dal finestrino: Ti decidi a salire?
Karas(fissando il ragazzo con insolito bagliore) Vai....
Mike(tono di voce apatico, bocca tenuta semi aperta, occhi sgranati) come lei comanda
[l'autista mette in moto e va via lasciando soli Karas e Inferno.]
Inferno(osservando Karas con ostilità) Sei chi io penso?
Karas(comparendo alle spalle della ragazza) Forse....
Inferno si volta di scatto, [Karas solleva una mano, la vampira sviene. Lui la sostiene con un braccio sorridendo compiaciuto.]
[interno villa. Inferno apre gli occhi. Un camino acceso, il pianoforte, sopra il camino un vecchio quadro stile primi 900 che ritrae Amos e Karas con abiti del periodo.]
Karas(fuori campo)Così giovane...E con così tanti talenti...Anche quelli più segreti(primo piano su Karas comparso dietro il divano, in dosso una camicia bianca e un paio di pantaloni scuri)
Inferno(stringendo i pugni)Tu sei uno dei Twins...Karas...Giusto?
Karas: in persona mia cara.
Inferno: Di male in peggio. Già mi fa orrore sto posto, poi pure un pezzo d'antiquariato che mi rapisce...(si alza e si porta davanti il camino osservando il quadro) Perché sono qui?
Karas(comparendo alle sue spalle)Mi attrai, mi hanno sempre attratto le ragazze giovani e quando una cosa mi attrae...Me la prendo.
Inferno: Vaffanculo! (si volta di scatto cercando di sferrare un pugno dall'alto verso il basso a Karas)
[L'uomo scompare, il pugno distrugge parte del pavimento]
Karas: Oh....Guarda cosa hai fatto...
[compare sul lato destro di Inferno scuotendo l'indice della mano destra.
Inferno si volta verso l'uomo e ringhiando forte cerca di colpirlo nuovamente ma, una forza invisibile la sbalza via, contro il muro alla sua sinistra in fondo stanza.
Inferno: Bastardo, sei solo un fottuto bastardo! (la ragazza tenta d'opporre resistenza ma rimane inchiodata da qualcosa d'invisibile al muro.

Karas da un cenno con la mano e la parte superiore del vestito di Inferno viene letteralmente strappata via. Appena l'uomo le è di fronte, la giovane vampira gli sputa in faccia guardandolo con odio.
Karas si pulisce per nulla sorpreso dalla reazione della ragazza. Sorride, la mano destra va ad accarezzarle il volto.]
Karas: Suvvia...In fondo non dispiacerà nemmeno a te.
[Karas si china verso di lei prima baciandola e poi con un rapido gesto sposterà il caso di lei verso destra azzannandole il collo.]
Inferno(gemendo in un misto di dolore e piacere)N-no...Ti prego...I-io non posso...Ah..
[Il sangue comincia a ankare dal collo ricadendo sui seni di lei, Karas la stringe a se continuando a bere. Inferno china il capo all'indietro, l'espressione di dolore muta in una di piacere. Le gambe si avvinghiano intorno alla vita di Karas mentre un braccio spingerà maggiormente il caso sul suo collo.
Le labbra di Inferno si spalancao rivelando i canini, il braccio che sosteneva la testa smuove la camicia di Karas rivelando una porzione di pelle compresa tra il collo e la spalla. I canini nella carne. La passione dei due corpi come fuoco vivo. Il sangue per brindare alla vita.]


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.