peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Mobile Blog


b b b b c f a a eaa d ba
lauratravesta.peperonity.net

io travesta per una sera e una notte con il mio primo ragazzo di colore TERZA PARTE /EPILOGO

03.01.2015 15:08 EST


TERZA PARTE / EPILOGO
io travesta per una sera e notte con il mio primo ragazzo di colore


Erano trascorse sole sei ore da quando , nel parcheggio dell'hotel Mediterraneo a Cagliari , ho conosciuto Patrick
Avevamo mangiato insieme due volte , bevuto birre su birre , fatto sesso orale e per due volte mi aveva deliziato con la sua pisciata .
Non male come primo incontro .

Ma Patrick aveva anche detto , in tono deciso che non lasciava interpretazione diversa
........""""voglio il tuo culo """"".......

Avevo provato a farmi inculare , anche lui aveva provato a incularmi ma davanti alle dimensioni del suo cazzo ci siamo arresi .
Forse in quanto a lunghezza il cazzo di Patrick era sui 20/22 centimetri , ma era il suo diametro ad essere un problema , a mano avvolta sul cazzo le mie dita non riuscivano a toccare il pollice , rimaneva una abbondante spazio , non poteva avere un diametro inferiore ai 15/18 centimetri .
Anche la conformazione del cazzo di Patrick era strana .
La grande cappella sormontava il cazzo nella sua rotondità quasi perfetta , non aveva una vera punta , sia pur solo accennata , come tutti i cazzi normali , sembrava il pomello di una porta ( non mi viene in mente altro ) anche per dimensione .
La maestosità della cappella proseguiva per tutta la lunghezza del cazzo , che verso la radice nel pube i corti e ricci peli neri facevano sembrare ancora più grosso anche per la piattezza del pube .
Lo scroto e i coglioni erano dimensionati alla grandezza del cazzo , non ero riuscita a contenerlo tutto in bocca , avevo dovuto succhiare i coglioni uno alla volta durante il pompino .

Comunque avevo deciso di dare il mio culo a Patrick , non avrei di certo sofferto più della mia prima volta , mi auguravo , e considerato che ancora per qualche giorno sarei rimasta sola in casa avrei avuto tutto il tempo per porre rimedio ad eventuali danni collaterali .

Avevo preso l'abitudine di fare la cacca ogni tre/quattro giorni , mi trattenevo per abituare il muscoli anali a dilatarsi nel momento che gli stronzi , sempre di notevoli dimensioni e belli consistenti , iniziavano ad uscire . A volte dovevo restare in bagno per un tempo infinito prima di sentire il culo aprirsi sotto la spinta della cacca e sentire la pelle quasi strapparsi .
Nei giorni passati non avevo fatto alcun bisogno per cui ho deciso di andare in bagno .

......."""Patrick , amore , vado a prepararmi per darti tutto il mio culetto .....""""
ho detto alzandomi da divano che ci accoglieva da molte ore .

......" """"" voglio stare con te Laura , voglio guardare cosa fai """""..... e anche Patrick si è alzato e mi ha seguita in bagno .

Mentre facevo scorrere l'acqua calda nel flessibile doccia della vasca ho approfittato per passare crema struccante sul viso , mi sono struccata .
Patrick mi ha chiesto di rifare il trucco , voleva che le mie labbra avessero rossetto , ha detto che il profumo e il sapore gli piaceva , allora prima mi sono rimessa un ombretto poi mascara per far sembrare i miei occhi più femminili e infine il rossetto che ho fatto scegliere a Patrick , ha scelto un color prugna molto intenso , ha detto che gli ricordava il colore delle labbra delle donne della sua terra .
L'acqua che usciva dal flessibile della doccia era ben calda , Patrick , in piedi nudo , mi seguiva in ogni movimento .

Non avevo mai fatto un lavaggio anale davanti a un uomo , mi sentivo eccitata .

Insieme a mia moglie è una pratica che facciamo spesso , entrambi , poiché nel nostro sesso è anche prevista l'introduzione di piccoli vibratori sia nel mio culo che nella sua figa e culo .

Mi sono seduta nel bordo della vasca , spalancando il più possibile le gambe , con il culo verso l'interno della stessa , ho aumentato la pressione dell'acqua e ho appoggiato lo spruzzo sul mio buco del culo , con pochi movimenti , dovuti alla mia pratica , sono riuscita a far entrare una buona quantità di acqua calda nel mio retto .
Ora dovevo attendere qualche istante . Solitamente facendo la prima scarica dal mio culo esce solo l'acqua che nel frattempo ha anche ammorbidito la cacca che poi farò .
Mi sono seduta sulla tazza e subito , accompagnata da un suono tipo spruzzo , una abbondante e calda scarica mi ha bagnato le chiappe .
Il flusso uscito mi è sembrato molto più abbondante dell'acqua calda che avevo introdotto , ho pensato che ci fosse , nella scarica , anche il piscio di Patrick che avevo bevuto .

Di nuovo mi sono seduta nel bordo della vasca , ho rimesso lo spruzzo del flessibile tra le chiappe e con pochi gesti ho sentito il calore dilatarsi nel mio culo , sentivo anche la la pancia gonfiarsi . Solo quando mi sono sentita completamente gonfia ho tolto il getto dal mio culo e stringendo culo e chiappe ho atteso che l'acqua calda facesse il suo effetto .
Patrick mi osservava estasiato , mi aveva avvicinato anche la parrucca che ho subito indossato davanti allo specchio .
Il colore del rossetto scelto dal mio dolce uomo mi stava benissimo .

Sentivo la pancia estremamente gonfia , non volevo ancora scaricare ma piccole quantità di liquido iniziavano a colarmi lungo le gambe per cui mi sono nuovamente seduta sulla tazza e questa volta la scarica era mista di acqua e molta cacca , alla fine il mio culo sembrava una figa che pisciava , faceva lo stesso identico suono .

Ormai avevo il retto libero , sono entrata nella vasca , mi sono accucciata e ho ripetuto il lavaggio . Lo spruzzo dell'acqua calda mi riempiva e a un certo punto non potendo più entrare altro liquido ho contratto alcune volte i muscoli anali per poi ripetere la scarica che questa volta era composta solo di acqua calda pulita .
Lavata la vasca con me dentro ho detto a Patrick di entrare anche lui .
Una veloce doccia e siamo usciti .
Ero dispiaciuta di aver perso l'odore dello sperma sul mio corpo .

Ritornando al divano Patrick mi ha stretto in vita attirandomi verso di se , ci siamo fermati per una istante davanti a uno specchio del salone , si è messo dietro di me , dopo avermi baciato le spalle e il collo mi ha girato la testa per potermi baciare la bocca .
La sua dolcezza mi ha fatto tremare le gambe .

......"""""" sei pronta Laura ? """""".....

Ho risposto senza parole , l'ho abbracciato e baciato a lungo , ho preso la sua mano nella mia e ci siamo sdraiati nuovamente sul divano .
Faccia a faccia continuando ad accarezzarci e baciarsi .

Il cazzo di Patrick non aveva bisogno di essere ulteriormente eccitato , svettava tra le sue gambe con tutta la sua splendi grandezza , mi spostavo continuamente , strusciando il corpo sul suo , per scendere a baciarlo a leccare la cappella , cercando di tenerla sempre bagnata dalla mia saliva , densa e scivolosa che rimaneva unita , dalla mia bocca alla cappella , con sostanziosi filamenti viscidi .
Mentre facevo il pompino mi fermavo per soffiare sulla cappella bagnata , graffiando delicatamente tutto il cazzo con le mie corte unghie .
Patrick ha esclamato solo un ...."""wooowww """"...

Nella mente mi ripassavano , senza che riuscissi a fermarle , le immagini della mia prima inculata , le sensazioni provate , l'emozione avuta nel venire sverginata .

Dovevo concentrarmi solo su Patrick , dovevo riuscire a godere esclusivamente pensando a lui , senza alcuna interferenza di altri ricordi .
Baciavo , toccavo , succhiamo ogni parte del mio giovane uomo , cercavo in ogni maniera di sentire solo lui come presenza e in questo avevo la sua massima attenzione , mi toccava , mi baciava , mi girava tra le sue braccia facendomi sentire il suo cazzo tra le chiappe e per la prima volta mi accarezzava tra le gambe come se avessi la figa .

Patrick mi parlava continuamente , mi diceva che mi desiderava , che mi voleva come sua donna , poi ridendo ha detto che nella sua zona , in Africa , la moglie viene divisa tra i fratelli . Non so se scherzando o seriamente mi ha domandato se in futuro volevo fare l'amore ( non ha detto sesso ! ) con i suoi fratelli .

........"""""tesoro sarai tu a decidere per me , se mi vuoi come tua donna , come amante fissa , cosa che fortemente desidero , io accetto ogni tuo desiderio ogni tuo ordine , ogni scelta che farai """""".......

Continuavo a strusciare il cazzo di Patrick tra le mie chiappe , lui mi continuava a tenere abbracciata e continuava a toccare il mio pube , si soffermava dietro il mio scroto , toccava il mio culo , e non ho impiegato molto a godere sulla sua mano .
Per un attimo ho esitato , ma subito mi sono lasciata trasportare dal l'orgasmo e ho ripetutamente sborrato . La mano di Patrick non si era mossa dalle mie gambe , sentivo che il mio sperma l'aveva bagnata , la mano muovendosi lo spargeva tra le mie cosce .
Quando i gemiti del mio orgasmo si sono interrotti , molto dopo la mia sborrata , il mio giovane uomo ha portato la sua mano nella mia bocca , ha infilato dentro le dita , dopo averle passate sulle mie labbra , ho iniziato a succhiarle , cercando tra esse con la lingua ogni traccia del mio sperma , ho leccato il palmo e il dorso dopo aver succhiato tutte le dita , e continuavo a inghiottire golosamente tutto .

Il cazzo di Patrick tra le mie chiappe , lo sentivo caldissimo , con voce più convincente possibile chiedevo di essere inculata , supplicavo il mio amante di rompermi il culo senza altri ritardi. Abbiamo piegato entrambi le gambe , anche se sdraiati era come se fossi seduta sul cazzo , avevo le gambe di Patrick tra le mie e questo mi consentiva di tenere le chiappe allargate , sentire il cazzo muoversi tra esse , fermarsi sempre più spesso sul mio culo e con piccole spinte a provarne la cedevolezza , io spingevo il mio culo come se dovessi fare la cacca , ho pensato che fare questo mi avrebbe aiutato a ...
Next part ►


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.