peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Text page


alghix.peperonity.net

Sordi

Estratto dal libro
´L´uomo romano´ di A.Giardina,
che parla della vita dei Romani ai tempi dell´Impero.
Ecco cosa si diceva dei lazieli prima dell´anno 0:
´....c´erano nelle campagne dell´Urbe persone che un Romano avrebbe avuto difficoltà a riconoscere come Romani.
Erano individui ai quali si adattavano qualifiche tipo ´rusticus´ e ´agrestis´ che accomunavano pastori, incivili, non urbanizzati e tutte le genti degli spazi aperti.
Tali persone erano lontane dai parametri medi del comportamento civile. Le connotazioni medie degli agrestis rimandavano a un tipo irsuto e con i denti neri che puzza di capro, di aglio o di minestra; questo si riconosceva dall´abbigliamento e dal taglio di capelli lungo (che non era segno di virtù,ma lo rendeva simile ai barbari), dal tono e dal modo di parlare che suscitava il riso e dal portamento: gli era propria, per esempio, una certa aritmia, che contrastava dall´andatura composta e lenta del buon cittadino romano; lo si riconosceva dal modo di sedersi e dalla gestualità poco elegante delle sue mani...´ ´Chi è nato a Roma è romanista.
I laziali so quelli de fori le mura,
che ce porteno l´ove fresche e le ricotte, e quanno arriveno in città, alzano la testa e dicono:
´Guarda ´nmbò che cielo limbido!´
(Alberto Sordi, 1982)


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.