peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Text page


feetsto.peperonity.net

Mio cugino

Non lo so neanche io perchè voglio raccontare questo... forse per esorcizzare... mah... comunque sono federica, studio ancora (purtroppo) e tutto sommato sono una "ragazza bene", almeno per quello che si intende secondo il senso comune. mi domando se certi miei strani pensieri o atteggiamenti siano normali per una ragazza della mia età (ho quasi 19 anni)... comunque vi racconto quello che per me è stata un'esperienza molto sentita. Non sono brutta, anche se ci sono mille cose che cambierei di me, ma sento sempre di più su me gli sguardi dei ragazzi, a volte se indosso un paio di pantaloni attillati o una minigonna sento che mi spogliano con gli occhi, ma un fatto ha destato davvero la mia "fantasia". Spesso un mio cugino, più grande di me e già laureato mi aiuta nelle materie in cui non vado molto bene, e l'ultima volta che eravamo a casa, da soli, intenti a studiare ho avuto la necessità di andare in bagno per fare pipì. Ora la mia camera non è vicino al bagno, mi sono alzata e diretta li perchè proprio non ce la facevo più. ho fatto pipì e quando ho chiuso la porta ho sentito uno strano rumore venire dalla camera, e per una strana curiosità mi sono messa a vedere dal buco della chiave, dall'interno del bagno cosa fosse. Ho visto mio cugino, che tra l'altro è uno strafico, che si avvicina verso la porta con un fare un po felino e con una mano che si toccava li in mezzo alle gambe.... il panico... ho pensato.. vuoi vedere che questo vuole spiarmi? la cosa strana è stata però che ho sentito uno strano calore nel ventre... la cosa mi eccitava... e mi sono messa fuori dal campo visivo del buco per riprendermi un attimo. Ma ero proprio eccitata, e nella mia mente un'idea strana è cominciata a nascere... Allora, quasi tremante dall'eccitazione e forse anche dalla paura mi sono recata verso il water e ho cominciato piano ad aprire la cerniera dei pantaloni, mostrando il mio sedere perchè non volevo vedesse il mio viso un po trafelato dall'emozione. Ma la cosa mi eccitava sempre più, sono rimasta in mutandine ed ho fatto finta di fare qualcosa giusto per muovermiil mio culetto e esibirlo il più che potevo, anche se ancora indossavo un paio di mutandine bianche. Mi sono chinata ed ho fatto finta di pulire la tavoletta, mettendomi il più possibile piegata, con le mutandine che ormai erano entrate nel solco delle mie coscie. A questo punto non c'è l'ho fatta più e me le sono abbassate, girandomi poi di fronte per fargli vedere la mia fichetta. Non so cosa mi sia preso, ma mi sono seduta a gambe larghe, mostrandogli quello spettacolo che doveva essere molto eccitante anche per lui ed ho cominciato a sforzarmi per fare pipì.. ma dall'emozione non mi usciva... poi finalmente come un getto liberatorio la mia pipì ha cominciato a zampillare e sembrava non finisse più, quando mi sembrava di avere finito un nuovo getto, unpiccolo schizzo ancora usciva bagnandomi un po anche le coscie. Ho preso la carta igienica per asciugarmi e quasi mi faccio un ditalino tanto ero eccitata, poi ho smesso perchè ho pensato che lui si accorgesse che in realtà stavo esibendomi per lui. Vado per rimettermi le mutandine ma erano bagnate acci... chi lo sa se di pipì o dei miei umori.. fatto sta che le ho poggiati nel cesto dei panni e mi sono messa i pantaloni senza averne li un paio pulite. Quando sono uscita lui non c'era più, era in cucina a bere e come mi vede mi dice che anche lui doveva andare in bagno. Alle sue parole ho sentito un brivido... ho pensato ora lo spio anch'io... voglio vedere il cazzo del mio cuginetto... Lui entra, io mi appresto a vedere e rimango allibita... lui apre il cesto dei panni, tira fuori le mie mutandine sporche di pipì e di umori e comincia ad annusarle, mentre con l'altra mano si sbottona e tira fuori un cazzo come non avevo mai visto.. una bestia, e comincia a toccarsi. Io ero un lago, m isono infilata un dito dentro la fica e non mi sarei staccata da quello spettacolo per niente al mondo. Mi eccitava che un bonazzo come lui si divertiva a leccare le mie mutandine sporche.. e poi il suo cazzo era così possente... ma la paura di essere scoperta mi fece fermare e tornai tremante in camera. Ma quel pensiero... mi aveva sconvolto... la sera nel letto non riuscivo a pensare ad altro e ora vi racconto il sogno che, influenzata dagli avvenimenti feci quella notte, e vorrei riuscire ad usare un linguaggio un po forte per esorcizare del tutto questa strana cosa. Allora, io sono con lui che facciamo i compiti, ho una voglia incredibile di pisciare, guardo mio cugino e gli dico: senti un po, ti va di essere il mio Water? Ho la fichetta piena di pipi ma è un peccato che vada sprecata, visto che ti piace tanto guardarmi se vuoi ti posso pisciare addosso, sul cazzo, sul petto, un faccia, nella tua bocca, dove vuoi... ti va di essere il mio schiavetto? Lui si sdraia in terra e io comincio il gioco... mi tolgo le nike e i miei piedi sono avviamente sudati. Mi sfilo i sottilissimi salvapiedi di cotone che emanano un odore di sudore e gli dico.. schiavo tira fuori la lingua e comincia a leccare questi... e vedere lui che lecca il sudore dei miei piedi mi eccita, salgo in piedi sul suo petto e gli passo i piedi sulla faccia, ordinandogli di farmi sentire la lingua dappertutto, sulla pianta, in mezzo alle dita dove l'odore di sudore è più forte, quasi gli infilo un piede in bocca e godo nel vedere lui leccare i miei piedi sudati... all'improvvissso ho voglia di mettere la mia fica sulla sua faccia e cominciare ad inondare il suo viso con la mia pipì, fargliela scendere in bocca, sugli occhi, fra i capelli, fargliela bere a farmi succhiare mentre riempio la sua bocca con il mio caldo liquido. Così faccio, mi siedo con la fica sul suo viso, mi apro la fica con le mani e comincio a strusciargliela sulla bocca, lo prendo per i capelli, gli ordino di aprire bene la bocca e comincio a pisciare. La mia pipì sembra non finire mai, gli dico di infilarmi la lingua tutta dentro mentre lo riempio, gli ordino di bere tutto e vedo che la pipi comincia a uscire dagli angoli della bocca.. allora mi arrabbio, gli tiro più forte i capelli e gli dico che dopo dovrà leccare tutta la pipi che non riesce a bere. È una sensazione bellissima, ho mio cugino che come uno schiavo beve la pipì dalla mia fica, me la succhia, mi infila la lingua dentro e i miei schizzi arrivano fino alla sua gola... gli dico che d'ora in poi ogni volta che mi scapperà di pisciare lui dovrà correre da me come un cagnolino e bere tutto il mioliquido salato. Se non lo farà escogiterò punizioni molto cattive, tipo fargli la cacca in bocca e poi farmi pulire con la lingua, e ad un tratto sento che dal mio culetto sta uscendo qualcosa... allora mi sposto ancora di più su di lui, faccio capitare il mio culetto sulle sue labbra e comincio a cacare sulla sua bocca, ordinandogli di leccare il mio buchino mentro lo faccio. la mia merda comincia a cadere sulle sue labbra, io con le mie mani gli apro la bocca e gliela infilo tutto dentro, poi gli dico di leccare le mie dita, e ogni volta che tornano pulite ricomincio a spargere la mia merda sulla sua bocca, per poi farmi pulire ancora le mani con la lingua Ho voglia ancora di pisciare, vorrei farlo mentre lui mi lecca, ma ha il viso ancora sporco della mia merda. Allora avvicino il mio viso al suo, gli ordino di aprire la bocca e comincia a sputargli in faccia, sulla lingua. gli dico che deve lavarsi bene il viso con la mia saliva prima di leccare ancora la mia fica. Mi diverto a sputare e centrare ora la sua lingua, ora le labbra, ma sicccome non è ancora abbastanza pulito prendo un bacinella, ci piscio dentro e gli infilo la faccia tenendolo ben giù, e lui quasi annega nella mia pipì. Ogni volta che deve respirare è costretto a fare delle grosse bevute del mio piscio... e intanto sono ancora sopra la sua testa che gli piscio sui capelli e riempio quasi fino all'orlo la bacinella..è il mio schiavo e posso fare quello che voglio... Gli dico che tra pochi giorni avrò le mie cose e che allora lui dovrà essere il mo assorbente personale, che indosserò mutandine bianche senza nemmeno un salvaslip e che lui deve vivere ai miei piedi a stare attento che non si macchino, deve sempre stare attenta a leccare ogni goccia del mio ciclo prima che sporchi le mie mutandin e, altrimenti gliele faccio mangiare... non vedo l'ora che mi vengano.. ma questo sarà un altro sogno.


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.