peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Multimedia gallery


il.cavaliere.d.inverno.trilogia.peperonity.net

Alexander trovò Vikki che fumava sul patio posteriore coperto. A quarantasette anni, Vikki Sabatella Richter era quella che era sempre stata, una donna straordinaria e magnifica. (...) “Sei agitato?” domandò Vikki. “Non riesci a dormire? Non mi sorprende. Ho qualcosa, se vuoi. Quando sono nervosa, neanch’io riesco a chiudere occhio. Ne ho presa una prima. Mi restano trenta minuti, forse meno.” “No, non mi serve.” Disse Alexander. “Noi lo sappiamo da mesi. La ferita è fresca solo per te.” Vikki tacque, quindi ricominciò a piangere, a piangere come se le stessero strappando il cuore. Alexander avrebbe voluto fare Shh, ma per un istante la gola non gli obbedì. “Cosa succede, Vikki?” sussurrò. “Oh, Alexander,” Oh, Alexander? Passarono i minuti. Lui parlò dopo aver tratto un lungo respiro. “Vikki,” disse. “Chiamo tuo marito tre volte la settimana per sapere se ha notizie di Ant. Voglio chiederti”- un altro respiro - “se Richter abbia qualche sospetto che potrebbe impedirgli di aiutarmi totalmente e con tutto il cuore.” “No. Nemmeno uno”, bisbigliò Vikki, articolando le parole. “Prima hai detto che tuo marito sa tutto.” “Ma non questo.” Trascorsero alcuni istanti; lei continuava a piangere. “Mi dispiace molto, Alexander. Mi vergogno così tanto da non riuscire a guardarti. Per favore, non odiarmi.” “Vikki, il giorno in cui ti giudicherò sarà un triste giorno per me.” Si sforzava di non manifestare disapprovazione o disappunto. “Credi che Tania l’abbia intuito?” “Lei sì che è in grado di giudicarti. Ma in questo caso penso di no.” Rimasero immobili. Singhiozzando di nuovo, Vikki aggiunse:  “Ho finto così bene per tanti anni”. “Senza dubbio.” Alexander scosse la testa, sgomento. “L’avete fatto entrambi. Come diavolo ci siete riusciti?” Lei rimase zitta. Esasperato dal suo silenzio, Alexander si voltò verso di lei, solo per ritrovarsi ancora più esasperato dalla vista di Vikki che si dondolava avanti e indietro. Ne sapeva qualcosa di quell’atteggiamento pieno di angoscia. Girò la sedia per fronteggiarla. “D’accordo. Calmati.” Fece una pausa, dandole una lieve pacca sulla spalla. “Vikki, cosa ti è saltato in mente? Non capisco come proprio tu abbia potuto permettere che succedesse.” Lei si ricompose, scegliendo con cura le parole. “Non ho permesso che succedesse. Ho lottato contro di lui da quando ha compiuto diciassette anni.” “Diciassette anni? Oh, mio Dio, Vikki!” “Non ha accettato un no come risposta. Gliel’ho detto fin dall’inizio. Ant, sei impazzito? Hai completamente perso la ragione? Sì, ha risposto.”

4 of 16 in """Ił gıαя∂ıησ ∂ єsтαтє""""

10301299_636527686422291_4566335534720625687_.jpg
04. Jul 2014 14:21:01 EDT
File type: JPG picture
File size: 7 kB
Next
List


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.