peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Text page


inno.al.calcio.peperonity.net

TERMINI DEL CALCIO

A
Andata e ritorno: riferito ai gironi ed alle relative gare a campi alternati nei campionati e nelle gare ad eliminazione diretta.
Ala: attaccante che gioca in prossimità della fascia laterale.
Apertura e Clausura: ciascuno dei due tornei in cui si struttura il campionato nazionale in alcuni stati centramericani e sudamericani.
Area di rigore: la zona più vicina alla porta, delimitata da un rettangolo bianco disegnato sull'erba, entro la quale, se viene commesso fallo dalla difesa, la punizione è il calcio di rigore.
Attaccante: giocatore preposto a ruoli offensivi.
Allenatore: tecnico incaricato di sovraintendere alla preparazione fisica e tattica della squadra; denominato spesso anche commissario tecnico o Mister.
Arbitro: ufficiale di gara preposto a garantire l'osservanza delle regole del calcio in modo imparziale. Nelle competizioni ufficiali è designato dagli organi competenti (in Italia l'AIA, Associazione Italiana Arbitri).
Area di porta o area piccola: porzione dell'area di rigore, prossima alla porta, che delimita i punti dove posizionare il pallone per una rimessa dal fondo.
Ammonizione: sanzione disciplinare comminata - nel corso della gara - a un giocatore responsabile di comportamento particolarmente scorretto, gioco falloso, simulazione o proteste. Il giocatore sansionato con due ammonizioni nel corso di una stessa gara viene espulso dal tereno do gioco. In tornei e campionati, si procede alla squalifica nei confronti di giocatori che abbiano subito - anche in gare differenti - un determinato numero di ammonizioni.
Ascensore: tiro effettuato in modo da far incurvare repentinamente la palla mentre è già in aria.
Aurelio: dribbling in cui si fa ruotare la palla dietro al piede di appoggio e subito dopo la si riporta in posizione normale. La sua invenzione è attribuita a Rodrigo Taddei. Prende il nome da Aurelio Andreazzoli, preparatore atletico della Roma che, osservando il gesto tecnico in allenamento, sfidò il giocatore brasiliano a ripresentarlo in partita.
Autogol: gol segnato da un giocatore della squadra che lo subisce.
Autopalo: palla deviata da un calciatore della squadra difendente su un palo della propria porta.
Autorete: v. Autogol
B
Bandierina: banderuola atta a segnalare i quattro angoli del terreno di gioco (bandierina del corner) o la metà campo in corrispondenza della linea mediana. Le bandierine del corner (come quelle di centrocampo) devono essere montate su un supporto di almeno m 1.50 di altezza e di materiale non pericoloso per i giocatori; le bandierine del corner sono parte del terreno di gioco, mentre quelle di centrocampo vengono poste al di fuori del rettangolo di gioco e non ne fanno parte. È definita "bandierina" anche la bandiera usata dai giudici di linea (segnalinee).
Bomber: v. cannoniere.
Barriera: ostacolo composto da due o più giocatori che viene frapposto, dalla squadra difendente, fra il punto di battuta di un calcio di punizione e la propria porta allo scopo di ostacolare la conclusione avversaria.
Bicicletta: tipo di dribbling nel quale, in corsa, la palla viene alzata e portata in avanti con il tacco, scavalcando l'avversario con un pallonetto.
Boba: tipo di dribbling inventato da Andres D'Alessandro che consiste nel poggiare la pianta del piede sul pallone, spostarlo verso una direzione e rapidamente calciare verso la direzione opposta superando così il marcatore. Spesso, per la posizione dell'avversario, viene seguita da un tunnel.
Break: azione di rimessa, da parte della squadra in difesa, mirata a una veloce progressione verso l'area avversaria.
C
Calcio ad effetto: tiro dotato di una traiettoria curva, impressa al pallone per ingannare il portiere e rendergli difficile la parata.
Calcio piazzato: calcio con palla ferma.
Calcio d'angolo: calcio di rimessa effettuato dall'area d'angolo.
Calcio di punizione: calcio piazzato battuto a seguito di un fallo dalla squadra che lo ha subito.
Calcio di rigore (Penalty): punizione assegnata contro la squadra che commette un fallo nella propria area di rigore. Può essere calciato direttamente in porta posizionando il pallone sul dischetto del rigore posto a undici metri di distanza dalla porta senza ostacolo di difensori, a parte il portiere. (v. anche tiri di rigore)
Campionato europeo di calcio: massimo torneo calcistico per Nazionali di calcio europee; viene disputato ogni quattro anni.
Campionato mondiale di calcio: massimo torneo calcistico per Nazionali di calcio mondiali; viene disputato ogni quattro anni.
Cannoniere: giocatore che si distingue per la capacità di segnare un alto numero di goal.
Campionato mondiale per club: massimo torneo calcistico per squadre di club mondiali; viene disputato ogni mese di dicembre, inaugurato nel 2005 ha sostituito la Coppa Intercontinentale.
Campo da calcio: il terreno rettangolare sul quale si svolge una partita. Le dimensioni sono mediamente di 100 x 70 metri.
Capitano: giocatore che riveste il ruolo di rappresentante della squadra in campo. È preposto alla discussione con l'arbitro.
Capocannoniere: giocatore che, nell'ambito di un torneo o di una singola formazione, ha segnato il maggior numero di reti.
Cartellino giallo: cartellino mostrato dall'arbitro in caso di ammonizione (v.).
Cartellino rosso: cartellino mostrato dall'arbitro in caso di espulsione (v.).
Catenaccio: modulo tattico che si caratterizza per una spiccata attitudine difensiva.
Centrocampista: calciatore che gioca nella fascia centrale del campo. È solitamente preposto alla costruzione del gioco.
Champions League: v. UEFA Champions League
Clausura: v. Apertura e Clausura
Commissario tecnico (CT): allenatore preposto prevalentemente alla preparazione tecnica ed alla selezione dei giocatori; v.anche allenatore.
Contropiede: azione di ripartenza da una situazione di attacco di una squadra a una situazione favorevole alla squadra avversaria, utilizzata per cogliere impreparata la difesa.
Coppa Intercontinentale: trofeo assegnato alla squadra vincitrice della partita, disputata ogni anno - nel mese di dicembre - che metteva di fronte i vincitori della Coppa dei Campioni-UEFA Champions League e della Coppa Libertadores. La squadra vincente era titolata come "Campione del mondo". Nel 2005 è stata rimpiazzata dal Campionato mondiale per club.
Coppa Italia o Tim Cup: torneo calcistico per club italiani con formula variabile riservato attualmente alle squadre italiane di Serie A, Serie B e trenta squadre di serie C.
Coppa Sudamericana: torneo calcistico per club sudamericani riservato alle squadre classificate in buona posizione nei precedenti campionati nazionali.
Coppa UEFA - Europa League (dal 2009): torneo calcistico per club europei riservato alle squadre classificate in buona posizione nei precedenti campionati nazionali.
Coppa dei Campioni: v. UEFA Champions League
Coppa del mondo: torneo calcistico per squadre nazionali aperto a tutte le nazioni aderenti alla F.I.F.A..
Coppa Libertadores: torneo calcistico per club sudamericani riservato alle squadre classificate ai primi posti nei precedenti campionati nazionali.
Corner: v. Calcio d'angolo
Cross: tiro effettuato - solitamente da posizone laterale - allo scopo di passare la palla agli attaccanti.
Cucchiaio o pallonetto (v.): tiro in porta lento e centrale realizzato colpendo il pallone nella sua parte inferiore con il collo del piede.
Curva: settore dello stadio posto alle spalle della porta.
D
Diagonale: movimento difensivo o tipo di tiro.
Dischetto: Cerchio rotondo disegnato nell'area di rigore a undici metri in perpendicolare al centro della linea di porta; è il punto dal quale si batte il calcio di rigore. Altro dischetto segnato sul campo è quello di centrocampo.
Difensore: calciatore con compiti prettamente difensivi
Diffida: Ammonizione che pone un giocatore - nel corso di un torneo - nella condizione di essere sottoposto a sanzioni disciplinari in caso di comportamento scorretto reiterato.
Distinti: settore dello stadio posto di fronte alla tribuna centrale.
Doppietta: doppia segnatura nel corso di una singola gara.
Doppio passo: particolare finta eseguita muovendo lateralmente le gambe attorno al pallone, una di seguito all'altra, per simulare un cambio di direzione; ne è ritenuto inventore Amedeo Biavati
Double: vittoria - nella stessa stagione - della principale coppa e del campionato di prima divisione nazionale da parte di una stessa squadra.
Dribbling: gesto tecnico consistente nel superare l'avversario con la palla al piede grazie ad una rapida mossa atta a disorientarlo.
E
Elastico: dribbling secco in cui il pallone viene spostato, anziché da un piede all'altro, dall'esterno all'interno dello stesso piede con grande rapidità.
Estirada: modo di colpire il pallone al volo lanciandosi in scivolata sul terreno di gioco. Da non confondere con la scivolata vera e propria, effettuata al solo scopo di togliere il pallone ad un avversario.
Espulsione: sanzione disciplinare comminata ai giocatori che abbiano commesso infrazioni particolarmente gravi o di particolare violenza. Comporta l'obbligo di abbandonare il terreno di gioco ed è, solitamente, seguita da una squalifica.
Eurogoal: si dice di goal molto spettacolare, soprattutto se realizzato con tiro da lunga distanza.
F
Fascia (campo): zona laterale del campo da gioco prossima alla linea laterale.
Fascia (capitano): fascia indossata al braccio dal capitano per identificarne il grado
Fallo: intervento scorretto. A seconda del tipo di intervento falloso, questo è sanzionato con un calcio di punizione (diretto o indiretto) a favore della squadra che ha subito il fallo e - se previsto dal regolamento - con un'ammonizione o espulsione a carico del giocatore che lo ha commesso.
Fallo laterale: rimessa in gioco concessa quando la palla esce dal campo superando una linea laterale. Viene effettuata con le mani e sull'eventuale passaggio in avanti non è previsto il fuori gioco.
Finta: mossa di un giocatore per liberarsi dell'avversario.
Foglia morta: punizione diretta calciata sopra la barriera facendo compiere al pallone una traiettoria pressoché lineare in fase ascendente, e ad effetto in fase discendente (v. Mariolino Corso).
Forcing: azione d'attacco continua e insistente.
Fraseggio: susseguirsi di passaggi corti tra compagni di squadra.
Fuorigioco (Off side): regola secondo la quale - su un passaggio in avanti - un giocatore è in posizione irregolare se al momento del passaggio non vi siano almeno due giocatori avversari tra sé e la porta. È punito con una punizione a favore della squadra in difesa.
G
Gol (italianizzazione di goal): punto che una squadra segna a proprio vantaggio quando la palla supera la linea bianca ...
Next part ►


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.