peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Multimedia gallery


labarcolana.peperonity.net

Sognando a oci chiusi

Vien a sentarte, Ondina, quà nela carozela
che andemo a passegiar fin zò in marina. -
- Cò 'ste gambe che ga la tremarela
son diventà de novo picinina....
Elio, fermite quà. 'Sto posto me par propio la Riviera;
te se ricordi? Andavimo a ciaparse un poco el fresco, cò vigniva la sera....
Bloca le riode dela carozeta
e sentite vizin, rente de mi, sora de 'sta pancheta. -
- Ondina, sera i oci, comincemo a sognar.
Te le senti le onde che sbati contro i scoi?
El mar xe propio quà, soto de noi.
E dime, ala sinistra, cossa xe che te vedi? -
- Vedo la vecia Muia, e anche el suo valon.
E pò ghe xe Aquilinia, proprio là. sul canton .
Elio, dove te pensi che el faro sia situà? -
- De drio, ale nostre spale, in mezo al verde.
No te vedi i sui ragi? Solo per noi Ondina, el xe impizà! -
- Vedo. E 'desso, caro el mio mariner
Sposto i ricordi a drita. Te voio far veder
el promontorio, dove che el se tufa drito drito nel mar, là zò in zima
Come el fussi de fiaba, alto, superbo, bel;
specia Miramar come 'na volta, el picolo Castel.
No xe cambiado gnente, xe tuto come prima.
Te sa, Elio, che a volte, i oci no voria verserli mai;
me svanissi i ricordi, e me acorzo che i ani xe passai.
Go tanta nostalgia
anche se ormai Melbourne xe casa mia. -
Cussì Elio e Ondina, con i oci seradi,
i se aventura in tuti i postisini che un giorno i gà lassadi.
Ondina la fa longhe caminade
perchè le gambe bele, sane e forti, le ghe xe ritornade.
El xe come una musica, el sciabordio del mar;
le onde le ghe parla de Trieste; proprio de là, le vien.
E dopo là le torna, Elio e Ondina, de chi che ve ricorda, e ve vol ben.


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.