peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Multimedia gallery


being - Comics/Fantasy/Anime
oltrelasoglia.peperonity.net

La lettura spirituale



Rudolf Steiner (vedi pagina) diffuse questa pratica spirituale che tuttora e' viva nell'ambito del Cristianesimo Esoterico: la lettura spirituale ai morti.

Questa pratica si prefigge lo scopo di dare nutrimento alle anime dei defunti ed aiutarle a crescere nella Luce. Steiner comunico' questo rito nel corso della prima guerra mondiale, quando tante madri, avendo perso i loro figli nei campi di battaglia, si rivolgevano a lui.

Secondo Steiner la lettura puo' iniziare dopo il terzo giorno successivo alla Morte, poiche' e' allora che ha inizio il viaggio delle anime verso l'Aldila'.

La lettura e' un piccolo rito d'Amore che puo' svolgersi la domenica sera, in una stanza tranquilla e con la mente sgombra dalle preoccupazioni quotidiane. Il momento migliore per leggere e' prima di andare a dormire. Prima di tutto si accende una candela e si recita una preghiera all'Angelo custode del defunto. Steiner aveva formulato la seguente: "Angelo Custode, che le tue ali portino l'Amore della mia Anima all'essere umano nelle sfere affidato alle tue cure. Unito al tuo potere, possa il mio Amore irradiare aiuto verso questa Anima che nell'Amore e' cercata".

Il passo successivo consiste nel chiamare il defunto con il suo nome, come se fosse presente accanto a noi. Quindi bisogna richiamare alla mente l'amore per la persona cara che ci ha lasciati, il suo aspetto, il suo viso, il tono della sua voce, il suo temperamento. Insomma: tutto dovrebbe svolgersi come se non si leggesse per una persona morta, bensi' per
una ancora presente.

Steiner insegnava che il defunto, quando si legge o si prega per lui, prova gioia, ha l'impressione che gli si faccia festa, avverte cio' come una grazia che viene dal mondo dei vivi, come un piccolo seme di Amore di cui potra' beneficiare nel futuro insieme agli effetti del Karma.

Non e' necessario leggere ad alta voce, poiche' i morti non ascoltano con gli orecchi: e' il nostro pensiero a raggiungerli, percio' l'atteggiamento migliore e' pensare intensamente, senza distrarsi. Cosa leggere? In linea di massima un qualunque testo concernente la vita spirituale, la filosofia del Karma e il viaggio delle anime nell'Aldila'.

La lettura crea un profondo colloquio interiore con il defunto, modificando in noi il concetto che si tratti di una persona "scomparsa" poiche' noi leggiamo per un essere vivente che ha attraversato la Soglia. Le anime riescono a percepire questo atteggiamento, cosi' come avvertono il freddo distacco delle persone scettiche.

Beneficiano maggiormente della lettura le anime di coloro che in vita non si occuparono della loro evoluzione interiore. In linea con la tradizione buddhista, Steiner affermava che non bisogna pensare che qualsiasi anima, non appena spogliatasi del corpo, partecipi subito degli alti misteri dell'Universo; ma che in un primo tempo vivra' uno stato d'animo confuso, che l'aiuto di un caro vivente puo' alleviare con il dono di pensieri amorevoli o il calore di una preghiera.

Per l'anno e mezzo che segue la Morte - secondo Steiner - le anime dei trapassati rimangono accanto ai vivi, quasi a cercare protezione. Poi inizia la cosidetta fase di consolazione. Del resto non possiamo pretendere che le anime rimangano sempre accanto a noi; tocca piuttosto a noi il doverci innalzare verso di loro, se desideriamo mantenere un contatto. Questa pratica e' un metodo per realizzare tale scopo. Secondo la teoria di Steiner la lettura puo' essere praticata fino a trent'anni dalla Morte. Trascorso questo tempo l'Anima e' pronta per rinascere.

Ma perche' farla prima di addormentarsi? Perche' il vero e proprio contatto coi defunti avviene appunto quando ci addormentiamo: quando cioe' i nostri pensieri volano verso l'alto e le anime ci vengono incontro per cibarsene. Il momento invece in cui i defunti ci si manifestano e' nei sogni che precedono il risveglio.

Capita che la persona che ha praticato la lettura nei giorni successivi abbia improvvise intuizioni o atteggiamenti inconsueti: e' un dono del defunto, il segno che egli/ella vive accanto a lei e collabora con la sua Anima, dal mondo della Luce.

~-'^!|!^'-~

Troverai una spiegazione semplice e completa della lettura spirituale per i morti nel libro La luce oltre le tenebre, di Dore' Deverell, a cura della Editrice Antroposofica di Milano.




This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.