peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Multimedia gallery


staimale3.peperonity.net

*Esce laura. gayfarm addio

Sesta puntata, sei cantranti rimasti in gara. Ultima uscita: Laura Bono. Così di gay li dentro ci rimane solo Mixo. Ridimensionato (solo nei voti) il Califfo. Torna finalmente la Bertè.


I fan di Music Farm hanno ormai capito che ogni puntata del programma riserva spesso sorprese e colpi di scena; quella di ieri sera non ha fatto eccezione, ma anzi, si è rivelata particolarmente densa di eventi.

Simona Ventura si presenta fasciata da un abito di pizzo nero, cantando (e stonando) come di consueto, ma acclamatissima dal suo pubblico. Cerca inrealtà di farsi perdonare della mancanza della scorsa settimana e sulle note di "Amici non ne ho" presenta il ritorno di Loredana Berté come ineguagliabile opinionista: più infiocchettata ed energica che mai, la Lollo ha un vaporoso vestito bianco, opera del suo stesso "taglia e cuci" dice, che la fa sembrare un po' una cortigiana mentre, seduta a farsi aria col ventaglio sul suo trono, emette giudizi e sentenze che ora stroncano, ora assolvono. E' decisamente meglio averla come amica, dato che come al solito è netta e spudoratamente sincera e tuttavia viene il sospetto che il ritorno sia stato la risultante di un qualche accordo che la facesse star buona, perché rispetto alle prime puntate, la Berté è sembrata quasi sotto tono. Se ne riconosce il carattere soltanto quando, dopo la sua esibizione, dice durissima a Di Cataldo «Braccia rubate all'agricoltura!», e pensare, poverino, che era il suo compleanno.

In ogni caso Loredana è tra coloro che esultano quando si conosce il nuovo eliminato: Laura Bono, reietta della settimana, ha perso infatti la sfida contro Alessandro Safina. La percentuale del televoto è schiacciante, ma è un peccato che sia proprio la giovane rocker a dover andare via, forse perché ha davvero talento o forse perché rendeva l'ambiente un po' più eterogeneo (anche se in questo caso di etero sembrava esserci poco). Subito dopo il verdetto che elimina Laura, Mixo sembra voler orientare il discorso proprio in questa direzione: quando la Ventura gli chiede un commento sull'esito della sfida lui se ne esce con «E' brava, avrà sicuramente successo al Gay Pride», provocando un momento di imbarazzo generale poiché Laura preferisce tacere, mentre la Ventura non sa su quali specchi arrampicarsi: chiude il discorso salutando la cospicua parte di comunità gay che, lei sa, segue assiduamente il programma; tuttavia un concetto non esplicitato rimane sospeso nell'aria.

A proposito dell'eccentrico speaker di RadioDue: Mixo dapprima si presenta con un bracciale alquanto vistoso
Mixo dapprima si presenta con un bracciale alquanto vistoso, un paio di manette legate ad un polso, poi, quando di Cataldo si esibisce con una chitarra suonata in realtà solo per finta, lui gli consiglia: «Se è per figura allora usala di paillettes!».

In ogni caso, dopo l'eliminazione, a consolare i delusi ci pensa la mitica Loredana, che si esibisce in "Non sono una signora" con una performance rabbiosa e rockeggiante, ma anche (a giudicare dai giochi con l'asta del microfono) altamente scenografica.

Il reality, in ogni caso, va avanti: le ugole d'oro sono rimaste ora in sei ed Ivana Spagna è l'unica donna. Niente reietto per questa settimana e i candidati all'eliminazione verranno definiti solo nella diretta di martedì prossimo. Il clima tra i concorrenti, dal canto suo, diventa sempre più teso: diversi filmati mostrano quanto Safina sia in realtà agguerrito nel partecipare, tanto da parlare male alle spalle, pianificando complotti e coalizioni. Ancora questioni inoltre tra Spagna e Califano, che dopo le discussioni di martedì scorso e i duri scontri nel loft arrivano però al chiarimento.

Riguardo al Califfo, dalle sopravvalutate capacità, comincia finalmente a vedersi un po' di giustizia: la giuria non gli regala più gli alti voti delle volte precedenti, ed è proprio Fegis che definisce l'esibizione mediocre, e confessa: «Siamo stati richiamati all'ordine dalle email dei telespettatori». I superfan che sostengono i propri idoli si lamentano dei meriti ingiustificati che la giuria ha elargito al cantante: sembra quasi che fino a quando all'interno del reality c'erano abbastanza "vittime sacrificabili" gli amplein del Califfo venissero tollerati meglio, mentre ora che il tempo comincia a stringere non si guarda più in faccia nemmeno a lui. Se ciò può servire a far gareggiare finalmente i concorrenti sullo stesso piano e a far emergere il migliore, meglio così.





This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.