peperonity.net
Welcome, guest. You are not logged in.
Log in or join for free!
 
Stay logged in
Forgot login details?

Login
Stay logged in

For free!
Get started!

Text page


regnoincantato
white.peperonity.net

♥♥♥♥ Poesie ♥♥♀♂

-- S. Martino --

La nebbia agli irti colli piovigginando sale e sotto il maestrale urla e biancheggia il mar.. Ma x le vie del borgo dal ribollir dè tini va l aspro odor de vini l anima a rallegrar.. Gira su ceppi accesi lo spiedo scoppientando.. sta il cacciator fischiando sull uscio a rimirar stormi d uccelli neri come esuli pensieri nel vespero migrar..
-- Giosuè Carducci --

-- Meriggiare pallido e assorto --

Meriggiare pallido e assorto presso un rovente muro d orto.. Ascoltare tra i pruni e gli sterpi schiocchii di merli, fruscii di serpi _ Nelle crepe del suolo o su la veccia spiar le file di rosse formiche ch ora si rompono e ora s intrecciano a sommo di minuscole biche.. Ascoltare tra frondi il palpitare lontano di scaglie di mare mentre si levano tremuli scricchi di cicale dai calvi picchi..E andando nel sole che abbaglia, sentire con triste meraviglia com è tutta la vita e il suo travaglio in questo seguitare una muraglia che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia..
-- Eugenio Montale --

-- Il sabato del villaggio --

La donzelletta vien dalla campagna in sul calar del sole; col suo fascio d erba e reca in man un mazzolino di rose e viole, onde siccome suole ornare ella s appresta dimani al dì di festa il petto e il crine..Siede con le vicine a filar la vecchiarella;incontro la dove si perde il giorno e novellando vien del suo bel tempo quando ai dì di festa ella s ornava ed ancor sana e snella solea danzar la sera intra di quei che ebbe compagni nell eta piu bella
Gia tutta l aria imbruna torna azzurro il sereno e tornan l ombre giu da colli e dà tetti al biancheggiar della recente luna .. Or la scquilla da segno della festa che viene e a quel suon diresti che il cor si riconforta.. I fanciulli gridando su la piazziuola in frotta e qua e la saltando fanno un lieto romore..
E intanto riede alla sua parca mensa fischiando il zappatore e seco pensa al dì del suo riposo.. Poi.. quando intorno è spenta ogni luce e tutto l altro tace odi il martel picchiare , odi la sega del legnagliuol che veglia nella chiusa bottega alla lucerna e s affretta e s adopra a fornir l opra anzi il chiarir dell alba.. Questo di sette è il piu gradito giorno pien di speme e di gioia diman tristezza e noia recheran l ore e al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno..
Garzoncello scherzoso codesta età fiorita è come un giorno d allegrezza pieno .. Giorno chiaro, sereno che precorre alla festa di tua vita .. Godi fanciullo mio stato soave stagion lieta è cotesta altro dirti non vò ma la tua festa ch anco tardi a venir non ti sia grave..
-- Giacomo Leopardi --


This page:




Help/FAQ | Terms | Imprint
Home People Pictures Videos Sites Blogs Chat
Top
.